Set 5, 2009 - riflessioni...    3 Comments

Il pacchetto di biscotti…

Una ragazza stava aspettando il treno in stazione…siccome mancava parecchio all’arrivo del suo treno,decise di acquistare una rivista da leggere,ed acquistò pure un pacchetto di biscotti da sgranocchiare nell’attesa.Andò quindi a sedersi in sala d’aspetto ed iniziò a sfolgiare la rivista..accanto a lei un anziano signore leggeva il giornale,lei sfogliando distrattamente la rivista prese il primo biscotto…e…anche il signore ne prese uno…”ma guarda che sfacciato!se non fosse anziano ed io avessi più coraggio gli direi il fatto suo!”pensò piena di rabbia la fanciulla….ed ogni volta che lei prendeva un biscotto dalla scatola,anche l’anziano signore ne prendeva uno…finchè nella scatola rimase un solo biscottino..”Voglio proprio vedere che farà adesso!”pensò la ragazza…Il signore prese l’ultimo biscotto dalla scatola, lo divise a metà porgendo una delle metà alla fanciulla,la quale indignata:”eh no pensò!!questo è troppo!!”quindi raccolse le sue cose e se ne andò….camminò rabbiosamente su e giù,poi quando si fu un pò calmata aprì la borsetta per riporvi la rivista e con sgomento si accorse che il suo pacchetto di biscotti era ancora intatto nella borsetta!!!quel signore aveva un pacchetto di biscotti uguale al suo,e li aveva divisi con lei tranquillamente,mentre lei si era sentita offesa ed indignata…
 Prima di giudicare male le persone con giudizi affrettati,riflettiamo  attentamente sulle circostanze,spesso le cose e le persone non sono mai come sembrano!!!!
E tra le cose che non si possono più recuperare nella vita ci sono:
una pietra dopo averla lanciata…
una parola dopo averla detta…
il tempo dopo che è trascorso…
l’amore dopo che è stato rovinato….

Il pacchetto di biscotti…ultima modifica: 2009-09-05T10:44:53+02:00da freespirit48
Reposta per primo quest’articolo

3 Commenti

  • Sono capitata “per caso” sul tuo blog (le cose non capitano mai “per caso”) e il racconto del “pacchetto di biscotti” mi ha colpito perchè mi trovo proprio in un momento della vita in cui mi si dice che un mio carissimo amico si sta comportando male verso alcune persone e, per questioni lunghe da spiegare, non posso chiedere direttamente a lui spiegazioni. E’ come se mi trovassi tra due fuochi. Certo la delusione è tanta quando si vengono a sapere determinate cose, ma allo stesso modo, dopo averci ragionato sopra, sono propensa a pensare che magari lui ha le sue ragioni e non così tutti i torti. Non so, è un momento di grande confusione. Il mio forte istinto di amicizia mi dice di parlargli e spiegargli cosa sta succedendo alle sue spalle, allo stesso tempo anche chi mi è avvisato fa parte della mia cerchia di amicizie e allora….non so che fare. Ho deciso di prendermi tempo e osservare i vari comportamenti in silenzio e tenendomi da parte. Non so se sia giusto o no il mio comportamento, la confusione è tanta…..
    Scusami lo sfogo. Irma

  • Cara Irma,
    il tuo è il classico esempio di colui che è preso tra due fuochi,situazione molto imbarazzante,in cui qualsiasi cosa tu faccia verrai criticata da una parte o dal’altra,io son sempre dell’avviso di stare a guardare,lascia che le cose vadano per conto loro….e sopratutto abituati a non dar peso a ciò che dice o pensi possa dire di te la gente..”và dove ti porta il cuore..” con affetto…

  • Grazie per la risposta. Ho impostato questi ultimi anni nel “non giudizio” , ascoltando sempre il cuore. Credo molto nelle persone che scelgo di frequentare e che entrano nel mio cuore come amici e la mia tendenza è sempre quella di dare possibilità di recupero se eventualmente sbagliano in qualcosa.
    Starò in silenzio e lascerò scorrere tutto quello che deve passare per poi, in cuor mio, trarre le conclusioni.
    Irma

Lascia un commento